bonus spesa

Bonus spesa 2023: cos’è e come si richiede

Fai la tua spesa alimentare con le nostre offerte. Ogni giorno sul nostro canale Telegram pubblichiamo più di 20 offerte interessanti, con sconti fino all'80%. Più di 8.000 persone iscritte risparmiano con noi. Manchi solo tu: unisciti subito al canale per non perderti le prossime occasioni!

L’estate è alle porte e con sé porta diverse novità. Tra queste, ve n’è una che potrebbe risollevare 1,3 milioni di nuclei familiari. Si tratta del Bonus Spesa 2023, previsto dall’ultima Legge di Bilancio. Sarà disponibile da luglio 2023 e non servirà presentare alcuna domanda. Vediamo più nel dettaglio come funziona.

Cos’è il Bonus Spesa 2023

Grazie alla recente Legge di Bilancio 2023, sono stati introdotti i commi 450-451 dell’articolo 1, che prevedono un bonus spesa per l’acquisto di beni alimentari destinato ai nuclei familiari in condizioni di bisogno. Questa importante misura coinvolgerà famiglie in tutto il Paese, da Trieste a Palermo, passando per Napoli, Milano e Roma, per un totale di 1,3 milioni di beneficiari.
Il tanto atteso bonus spesa previsto dalla Legge di Bilancio 2023 è un’opportunità che permetterà ai cittadini e alle cittadine appartenenti a nuclei familiari con un ISEE fino a 15.000 euro di acquistare beni alimentari senza spendere un centesimo in più.

Il bonus si tradurrà in una carta risparmio spesa dal valore di 382,50 euro, che potrà essere utilizzata presso una rete di negozi convenzionati. Ciò permetterà alle famiglie di accedere a prodotti alimentari essenziali, con un impatto molto ridotto della spesa alimentare sulle proprie finanze personali.

Si tratta di un importante passo avanti nel garantire una maggiore equità e assistenza sociale per le famiglie italiane che si trovano in situazioni di bisogno, contribuendo a migliorare la qualità della vita e a promuovere un benessere generale più sostenibile. In un periodo in cui l’inflazione è molto alta e il costo della vita è notevolmente aumentato, una notizia simile è stata come una ventata di aria fresca.

Ma come si ottiene il Bonus Spesa 2023? Come si presenta la domanda?

Come richiedere il Bonus Spesa 2023

Non sarà necessario presentare alcuna domanda per ottenere il Bonus Spesa 2023. L’INPS ha confermato che i beneficiari riceveranno direttamente una lettera dal proprio Comune di residenza, contenente tutte le istruzioni per ritirare la Postepay presso l’ufficio postale di Poste Italiane più vicino.

Tutto ciò sarà possibile grazie allo scambio di dati tra gli enti locali e l’INPS, che garantirà che il bonus spesa arrivi nelle mani dei giusti beneficiari, che verranno inseriti in una lista ufficiale e affidabile entro l’11 giugno del 2023.

Chi ha diritto al Bonus Spesa 2023?

Per essere idonei a ricevere il bonus, è necessario soddisfare i seguenti requisiti:

  1. Iscrizione nell’Anagrafe della Popolazione Residente (Anagrafe comunale), che attesta la residenza in Italia
  2. Possesso di un ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) valido, con un indicatore non superiore a 15.000 euro annui.

L’INPS ha anche dichiarato che vi saranno delle famiglie con priorità, che riceveranno per prime il Bonus Spesa 2023 rispetto ad altre:

  1. Famiglie con almeno tre membri, di cui almeno uno nato entro il 31 dicembre 2009
  2. Nuclei familiari con almeno tre membri, di cui almeno uno nato entro il 31 dicembre 2005
  3. Nuclei familiari con almeno tre membri.

Ribadiamo che le famiglie beneficiarie saranno individuate tramite un processo di scambio di informazioni tra l’INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale) e i Comuni, pertanto non sarà necessario presentare una domanda formale per richiedere il bonus.

Se non si riceve la lettera con le istruzioni per accedere al bonus, significa che non si soddisfano i requisiti. Tra queste, rientrano le famiglie che percepiscono reddito di cittadinanza, le quali non possono accedere al Bonus Spesa 2023.

Quando verranno consegnati i Bonus Spesa 2023?

Il processo di identificazione dei beneficiari avverrà in modo automatico attraverso la collaborazione tra l’INPS e i Comuni entro l’11 giugno 2023. Alla fine del mese, intorno al 26 giugno, le liste saranno confermate entro 10 giorni e l’INPS trasmetterà tali informazioni a Poste Italiane. Quest’ultima elaborerà quindi le carte risparmio spesa da distribuire alle famiglie entro i successivi 4 giorni lavorativi.

Insomma, già dal 10 luglio numerose famiglie potranno beneficiare del bonus e vivere con maggiore leggerezza finanziaria la propria quotidianità.

Non resta dunque che attendere il mese di luglio per scoprire se il Bonus Spesa aiuterà effettivamente le famiglie più bisognose. Pubblicheremo ulteriori aggiornamenti sull’argomento.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *